5 cose da controllare prima di acquistare online

5 cose da controllare prima di acquistare online

Molte persone hanno l’abitudine di cercare direttamente un prodotto che gli interessa online, su un grande marketplace, come Amazon o ePrice. Mentre la procedura corretta sarebbe quella di cercare il nostro prodotto nel sito dove costa meno. Per fare questo ci viene in aiuto il sito trovaprezzi.it, che ci dà delle indicazioni su quali siti vendono un determinato prodotto e a quale prezzo.
Spesso però le persone tendono a spendere qualcosa in più, comprando dove si sentono sicuri, invece di acquistare al miglior prezzo.

Vediamo allora quali sono le cinque cose da controllare prima di acquistare online su un sito che non conosciamo.

  1.  Il metodo di pagamento. Se il sito ci dà la possibilità di acquistare con Paypal, possiamo già avere una garanzia che il venditore sia onesto, infatti con questo tipo di pagamento, se la merce non corrisponde a quanto avevamo visto, possiamo aprire una disputa sul sito di Paypal e procedere al recupero del nostro denaro o alla sostituzione del prodotto. Anche il contrassegno ci dà sicurezza, ma costando di più la spedizione agli esercenti non è spesso usato.
  2. Controllare le opinioni online. Su trovaprezzi.it, ci vengono fornite le recensioni dei siti presenti nella ricerca, ma possiamo anche cercare su google il nome del negozio con l’aggiunta della scritta “opinioni” e fare una verifica.
  3. Verficare l’https. E’ importante che i dati che inseriamo nel sito del venditore siano protetti, controllare quindi che nell’url ci sia l’https in verde è una buona cosa e ci rassicura anche sulla professionalità con cui è stato progettato il sito.
  4. La spedizione. Se compriamo un prodotto artigianale o che proviene dall’estero, è normale che a volte la spedizione avvenga nell’arco di una o due settimane, ma per prodotti comuni, una spedizione a lungo termine desta qualche sospetto, specie se il prodotto non è esaurito. Sembra che questo sito, sia in realtà un semplice rivenditore, quindi appena riceve un ordine, fa lui stesso un altro ordine ad un magazzino o ad un sito più grande, per rivederlo poi al cliente finale. Meglio lasciar perdere e indirizzarsi a chi vende direttamente.
  5. Attenzione ai prezzi troppo bassi. I venditori hanno dei margini di manovra, ma non possono discostarsi troppo da quello che è il prezzo di mercato. Faccio un esempio estremo, se troviamo un iPhone 8 a 200 euro, forse c’è qualcosa che non va.

In conclusione, comprate tranquillamente su altri siti e non solo su Amazon, ci sono tantissimi eCommerce che offrono prodotti particolari o che comunque lavorano bene.

Lascia un commento