Sito non sicuro, come funziona il protocollo https

Sito non sicuro, come funziona il protocollo https

A partire da gennaio del 2017, molti browser stanno segnalando, in modo più o meno evidente, nei siti web privi del protocollo https, la scritta “Non sicuro” o un’informativa sul fatto che il sito sul quale si sta navigando non è comunque sicuro.

Chiariamo subito cosa intendono i browser per “non sicuro”. Non si fa riferimento a Malware o spyware, che vengono opportunamente segnalati da software specifici nel nostro computer o dagli stessi browser. Quello che ci stanno segnalando è che le informazioni che passano sul sito o che noi scriviamo all’interno del sito stesso, sono potenzialmente intercettabili e visibili a utenti terzi.

Si può capire come nei siti, nei quali inseriamo i nostri dati sensibili, come un eCommerce, possa essere necessario un certificato SSL di sicurezza.

Ma come funziona?
Il certificato di sicurezza SSL con protocollo https, permette di creare un canale di navigazione cifrato tra il server che ospita il sito e il computer dell’utente che sta navigando. In questo modo non possono esserci intrusioni dall’esterno. E’ buona cosa, se vogliamo che i nostri dati siano perfettamente al sicuro, verificare che il sito nel quale stiamo inserendo i nostri dati, abbia il protocollo https in verde attivo, molti siti infatti hanno la scritta https, ma non è completamente protetto e rimane quindi in grigio, in questo caso il sito non è totalmente sicuro.

Esempio:
https://www.effettiweb.it, è in verde quindi potete scriverci e acquistare i nostri prodotti in assoluta tranquillità!

 

Lascia un commento